giovedì 20 settembre 2012

A Tutta...Frolla!

Vi pare banale un post sulla frolla? C'è chi sostiene che una crostata non sia mai banale (ogni riferimento a mariti di co-blogger è puramente casuale!) ma c'è frolla e frolla!
Ho quindi pensato che fosse carino riassumere i principali tipi di impasto che si utilizzano per fare dolci...ma anche torte salate!

Pasta Frolla - Per Crostate con marmellata (versione con lievito)
Ingredienti:
  • 300g farina 00
  • 150g burro
  • 150g zucchero
  • 1 uovo intero
  • mezza bustina di lievito
  • un pizzico di sale

Procedimento:
Per la preparazione o si va di classico mettendo la fontana di farina e zucchero sull'asse e aggiungere poi uova e burro fuso ma non freddo, e infine il lievito; oppure vai di mixer (indovinate quale scelgo io?).
Il difficile con le frolle è sempre stato stenderle. E' sempre consigliato di metterle in frigorifero per almeno mezz'ora, per far sì che si amalgamino bene i sapori e il burro si riprenda dando di nuovo consistenza alla pasta. 
Passato questo tempo bisogna manipolarla leggermente, in modo che risulti ancora elastica.
Io metto la palla schiacciata tra due fogli di carta da forno. Vi assicuro che anche se la pasta è molto morbida si tira che è una meraviglia.
L'unico problemuccio sarebbe per le strisce. Ma volete mettere com'è carina una crostata fatta con le formine da biscotto? (sopratutto per i bimbi!) e in più non ti viene il nervoso da sièrottalastriscia.

Pasta Frolla - Per Crostate...di frutta fresca (senza lievito insomma)
Ingredienti:
  • 500g farina 00
  • 300g burro
  • 200g zucchero a velo
  • 80g tuorlo d'uova (un tuorlo sono circa 20g quindi circa 4 tuorli)
  • 1/2 bacca di vaniglia bourbon
  • buccia di limone q.b.
  • un pizzico di sale
Procedimento:
Questa fantastica ricetta è di Luca Montersino,  dopo anni che cercavo di replicare le goduriose crostate di fragole mangiate a Parigi finalmente, grazie a questa versione della frolla, sono riuscita a riprodurle, ed è stato Amore con la A maiuscola. E' perfetta anche per fare i biscotti, perchè mantiene la forma dello stampino.
Il procedimento è uguale a quello della frolla con il lievito.
Questa pasta deve essere stesa sottile, circa mezzo cm per foderare le tartellette. Io consiglio sempre il metodo del doppio strato di carta da forno per stenderla senza problemi. Ricordatevi che nelle cotture in bianco va messo un peso sopra la pasta e che va bucherellato il fondo, altrimenti si gonfia!

Versione con la farina di mandorle:
Ingredienti
  • 500 g di farina
  • 285g di burro pomata
  • 140g zucchero a velo
  • 50g farina di mandorle
  • 2 uova intere
  • 1/4 bacca di vaniglia
  • 1/2 cucchiaino di sale

Procedimento:
Impastare tutti gli ingredienti togliendo il sale e metà grammatura della farina di grano. Quando l'impasto è amalgamato unire il resto della farina e il sale e impastare fino ad avere un panetto compatto.
Tenere in frigorifero un paio d'ore prima di utilizzare (meglio se fatto il giorno prima).

Pasta Frolla Montata 
Questo tipo di pasta frolla viene utilizzato sopratutto per fare i biscotti, quelli sfarinosissimi che quando li metti in bocca si sciolgono...tipo i danesi per intenderci.
Esistono diverse versioni di questa frolla, con le mandorle, con i tuorli sodi..
Io ve ne propongo un paio:

Versione I
Ingredienti:
  • 250g farina
  • 125g burro pomata (molto morbido, come una pomata)
  • 100g zucchero
  • 3 uova
  • 1 tuorlo 
  • 1/2 limone grattato non trattato
  • eventuali aromi come vaniglia, rhum, cannella...vedete voi
Procediemento:
Sbattere il burro con lo zucchero e il limone, aggiungere un pò alla volta il tuorlo e le uova intere, sempre usando una frusta.
Una volta montato bene il composto aggiungere la farina mescolando delicatamente il composto dall'alto verso il basso.
Mettere il tutto nel sac à poche e creare le forme desiderate.

Versione II - Montersino's one
Ingredienti:
  • 50 g di zucchero a velo
  • 280 g di burro
  • 300 g di farina 00
  • 12 g di rum
  • 125 g di tuorlo d'uovo cotto
  • mezza bacca di vaniglia
  • buccia di limone q.b.
Procedimento:
Montate il burro "in pomata" con lo zucchero a velo, la polpa della bacca di vaniglia, la buccia di limone grattugiata ed il rum. Utilizzate per questa operazione, preferibilmente, una planetaria con la frusta oppure un normale frullino casalingo, sempre munito di fruste. Quando il composto è bello spumoso unite il tuorlo d'uovo sodo e passato al setaccio e completate il tutto con la farina, facendo però girare il meno possibile. A questo punto mettete la pasta cosí ottenuta in un sac a poche munito di bocchetta rigata, e dosate la pasta negli stampini da crostatina formando il fondo ed un bordo (Linzer) oppure semplicemente dei boomerang o la forma che preferite. 

Pasta Per Quiche - Christophe Felder
Ingredienti:
  • 200 g farina
  • 5 g sale
  • 90 g burro a pezzetti
  • 1 uovo
  • 20 g acqua
Procedimento:
Impastare in una ciotola con le dita la farina, il burro e il sale. Quando il burro sarà stato assorbito dalla farina aggiungere l'acqua e l'uovo. Farla riposare in frigorifero coperto da pellicola trasparente 2 h prima di stenderla.

Brisée
Ingredienti:
  • 200 g farina
  • 100 g burro
  • 70 ml di acqua ghiacciata
Procedimento:
Impastare la farina e il burro fino ad assorbimento. Aggiungere l'acqua e far riposare l'impasto coperto da pellicola trasparente almeno 1h in frigorifero.

Non vi resta che provarle!
Chiara

8 commenti:

  1. E perchè banale? Io non ho ancora trovata quella giusta e ben vengano le ricette testate dalle amiche blogger :-) Baci

    RispondiElimina
  2. tante frolle...per ogni gusto!
    meglio di cosi!
    alla prossima e buona pomeriggio!

    RispondiElimina
  3. Mi piace tanto il vostro blog!Vi followo ^-^

    RispondiElimina
  4. Che acquolina!
    E' invitantissima!!!

    RispondiElimina
  5. Grazie, quante ricette le proverò tutte. Sono sempre alla ricerca della frolla perfetta. Quella alle mandorle in particolare, mi sembra proprio buona. Ciao.

    RispondiElimina
  6. ma che bel post interessante!!! copio ed incollo..grazie!!
    Buona serata!
    Elisa

    RispondiElimina
  7. accipicchia quante notizie utili, c'è soltanto l'imbarazzo della scelta, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina