giovedì 6 settembre 2012

La piadina romagnola


Avviso a tutti lettori: pensateci bene (almeno 3 volte) prima di realizzare questa ricetta perché DOPO non sarà mai più come PRIMA; mi spiego: dopo aver preparato la piadina con questa ricetta, troverete di una tristezza infinita le piade mangiate nei bar, pub, ecc e più in generale tutte le piadine preconfezionate da supermercato.
Ho imparato questa ricetta qualche anno fa: dove? Ma a Riccione, ovviamente! Confido quindi che sia la ricetta vera della piadina romagnola e che tutte le varianti con latte, bicarbonato e lievito che si trovano in giro siano solo… “varianti”, appunto.
Fatto sta che questa piadina è veramente buona e, non necessitando di alcuna lievitazione, si può impastare, stendere e mangiare subito (a me piace anche come sostitutivo del pane).


Ingredienti (per  15-20 piadine)
·         1kg di farina 00
·         200gr di strutto oppure 100gr di olio
·         20gr di sale
·         480gr di acqua

Procedimento
Impastare tutti gli ingredienti, ricavare delle piccole palline di pasta e tirarle (con il mattarello e la base infarinati) dando una forma rotonda … beh, insomma, più o meno ... si fa quel che si può. Lo spessore consigliato è 3 mm (a occhio) ma solo il vostro gusto e la vostra esperienza vi diranno quanto dovrete tirarle.
Mettere la piada sulla padella già calda e cuocerla a fuoco basso per un minuto circa per lato: anche in questo caso, la cottura dipenderà molto da come gradite la piadina: morbida, secca, smorta, abbronzata?
Togliere dal fuoco e farcirla a vostro piacimento.
Nelle immagini, c’è la mia piada preferita: quella con crudo, crescenza e rucola.





Note
Tanto per farvi un’idea, io utilizzo la metà dell’impasto per me e mio marito (e la piccolina che ne mangia una baby) e ce ne avanza pure per un’altra cena.
Per cuocerla, utilizzo una padella speciale, piana, con i bordi bassi, comprata sempre in riviera romagnola e che è adatta per piadine e per crèpes; anche una normale padella va bene, basta che sia sufficientemente ampia.
Durante la cottura, capiterà che si formino delle “bolle”: per quanto coreografiche siano, mi spiace, ma dovete scoppiarle altrimenti, quando girate la piada, queste terranno sollevato l’impasto e ne impediranno la cottura uniforme.
Il cuoco che mi insegnò a prepararla, mi disse anche di farcirla nel piatto e non nella padella, come invece in genere ero abituata a fare con le piade confezionate.


Buona piadina!!!
Ilaria

13 commenti:

  1. Mi hai dato un'idea per la cena. Ci sono tante ricette di piadine, ma la tua mi ha convinto. Mi piace veramente, ciao.

    RispondiElimina
  2. ke cosa ce di meglio di una bella piadina leggera e squisita...buonissimaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

    RispondiElimina
  3. Non ho dubbi che poi non si riesca a mangiare più quella comprata, strabuona e la faccio praticamente come te solo che non metto l'olio ma il burro al posto dello strutto (perché non lo trovo mai) Bacioni!

    RispondiElimina
  4. quest'estate ho fatto una scorpacciata di piadine sulla riviera adriatica pensando al triste inverno che avrei passato mangiando quelle del super....non sarà più così a quanto pare!!!! grazie!

    RispondiElimina
  5. Che buonaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!!! E' tutta un'altra cosa farsele a casa! Baci

    RispondiElimina
  6. Buona, buonissima! Complimenti, è venuta perfetta! :D Un bacione!

    RispondiElimina
  7. Buonaaaa!! Torno da un weekend a Cesenatico ed ho avuto la fortuna di assaggiare la piadina!
    BUONISSIMA!

    RispondiElimina
  8. Mmmm...sembra davvero buona! mi copio la tua ricetta :-)!!
    Buona serata
    Elisa

    RispondiElimina
  9. Che buoonaaa!! sai che ti dico? che segno la ricetta e domani: serata piadine!! buona serata! :-)
    Laura

    RispondiElimina
  10. Ciao! bello il tuo blog, ricco di ricette e spunti creativi!
    Mi unisco fra i tuoi sostenitori per non perdermi le tue prossime realizzazioni!
    Ti aspetto da me, se ti va, per condividere tante nuove idee culinarie!
    A presto!

    RispondiElimina
  11. fatta in casa ha sicuramente un altro sapore che comperata al supermercato, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  12. Farcitura nel piatto appena tolta dalla teglia! Assolutamente!
    Sembra un po' croccantina. Ma sicuramente buonissima!

    RispondiElimina